Caro bollette, una situazione destinata a peggiorare | Le soluzioni del Governo

Fare fronte alle bollette è diventato ormai sempre più difficile per molte famiglie, che non possono che essere preoccupate ora che l’inverno è ormai sempre più prossimo. Una delle misure a cui starebbe pensando il nuovo governo guidato da Giorgia Meloni punterebbe a dare un sostegno proprio in questo ambito.

Il mercato libero, che consente di scegliere a quale fornitore e tariffa affidarsi per luce e gas, non è ancora entrato definitivamente in vigore, ma gli utenti hanno già la possibilità di usufruire di tutti i vantaggi previsti da questo tipo di misura.

bollette luce gas
Bollette sempre più alte – Foto | Pixabay

Nonostante tutto, questo non sembra bastare per arginare almeno in parte il problema: sono in tanti a lamentarsi per bollette che hanno costi decisamente elevati, sia a casa sia per chi ha un’azienda. Molte imprese sono arrivate addirittura a ridurre o a fermare la produzione preoccupate per quello che dovrebbe succedere a breve. I costi per il riscaldamento ora che l’inverno è prossimo rischiano di essere insostenibili.

Bollette troppo alte: una preoccupazione comune a molti

Il caro bollette è ormai diventato una realtà a livello capillare nel nostro Paese e sta mettendo in ginocchio tantissimi nostri connazionali. Non va molto meglio nemmeno alle compagnie, molte delle quali si sono ritrovate a rischio default e hanno così messo in atto contromisure pesanti: diversi utenti morosi si sono ritrovate con il contatore staccato.

Il problema è maggiore soprattutto nei condomini in cui il riscaldamento è centralizzato, visto che in questi casi finiscono per farne le spese tutti, nonostante il mancato pagamento possa essere opera solo d un nucleo familiare.

Fino a qualche tempo fa le aziende fornitrici si erano mostrate più tolleranti di fronte a casi come questi, ma ora non è più possibile essere tolleranti. L’aumento delle materie prime ha colpito anche loro e le ha portate a mettere in atto la linea dura.

Una situazione destinata a peggiorare

Le prospettive per l’inverno ormai prossimo sembrano essere tutt’altro che buone. L’ARERA (Autorità di Regolazione dei Servizi di Pubblica Utilità) non può nascondere la sua preoccupazione: “La situazione non riguarderà solo le famiglie meno abbienti, ma anche quelle del ceto medio – ha fatto sapere a Fanpage.it -. Il bonus aiuto attualmente disponibile non sarà concesso a gran parte dei nuclei in difficoltà e avrà impatti molto pesanti”.

Il nuovo governo ha intenzione di fare qualcosa per arginare un problema così pesante e di ampia scala? Almeno ufficialmente il neo presidente del Consiglio Giorgia Meloni non si è espressa, ma già in campagna elettorale aveva sottolineato di essere intenzionata a muoversi per dare un sostegno ai cittadini più in difficoltà.

Uno dei provvedimenti che potrebbe essere messo in atto potrebbe riguardare proprio l’ampliamento delle persone che possono beneficiare del bonus sociale, che consente di arginare almeno in parte l’impatto del costo delle bollette. Si starebbe così pensando di eliminare l’idea di utilizzare come fattore di accesso al sostegno l’Isee, come accaduto finora. Oggi la cifra che viene presa come riferimento è quella dei 12 mila euro annuali.

caloriferi casa
Caloriferi – Foto | Pixabay

Si punta inoltre a garantire l’aiuto in maniera automatica, senza la necessità di presentare alcuna domanda, visto che molti non hanno ottenuto il vantaggio previsto perché non erano a conoscenza di questa possibiltà.

Non mancherà con ogni probabilità anche un intervento a favore delle imprese. Una delle ipotesi allo studio riguarderebbe una proroga fino al 31 dicembre 2022 degli sconti fiscali su gas ed elettricità, in scadenza alla fine del prossimo mese. Si attendono infine conferme sull’idea di garantire mutui agevolati e garantiti dallo Stato per gli under 35.

Impostazioni privacy