Paypal, arriva la stangata | Cambiano le regole su commissioni e pagamenti

La piattaforma PayPal è, dalla sua fondazione, utilizzata in tutto il mondo per acquistare prodotti e servizi online con la massima sicurezza. Ora però le cose cambiano.
Generalmente quando facciamo acquisti online ci preoccupiamo sempre che non si tratti di una truffa o se quel pagamento è davvero affidabile. Proprio per far fronte a queste problematiche nel 1999 un gruppo di imprenditori, tra cui Elon Musk, fonda PayPal.
PayPal pagamenti online PayPal pagamenti online (canva)
Paypal nasce proprio per effettuare transazioni senza dover condividere i dati della propria carta con il destinatario finale del pagamento. Attraverso la creazione di un account sulla piattaforma, è possibile effettuare pagamenti online senza dover trasmettere dati sensibili legati alle carte collegate a loro volta ad un conto. PayPal opera a tutti gli effetti come un intermediario finanziario, fornendo servizi di pagamento o trasferimento di denaro.

PayPal: attenzione a questo cambiamento

PayPal ti consente di pagare, inviare denaro e accettare pagamenti in maniera rapida, semplice e sicura, senza dover inserire i dati finanziari ad ogni utilizzo. Al mondo sono circa250 milioni le persone che usano PayPal per fare acquisti su milioni di siti web.

L’uso di PayPal per pagare acquisti o fare donazioni o per qualsiasi altro tipo di transazione commerciale è gratuito, fatta eccezione per le operazioni che comportano una conversione di valuta. Quindi per tutte le movimentazioni che hanno come destinatario un operatore che si trova all’estero o una transazione che prevede un cambio valuta vengono applicate delle commissioni.

Generalmente PayPal è usato come sistema di acquisto perché in qualche modo funge come una vera e propria assicurazione. Nel malaugurato caso in cui ci sono problemi con acquisto, e si è scelto paypal come metodo di pagamento, quest’ultimo prenderà in carico la questione risolvendo tutti i problemi relativi ed effettuerà il rimborso della somma pagata.

paypal attenzione
PayPal pagamenti online (canva)

Nonostante sia un vantaggio per chi compie acquisti, molti venditori non rendono disponibile il pagamento paypal sul proprio sito. Questo perché per ogni transazione, il venditore paga circa il 2% di commissioni a PayPal. Detto questo, usare PayPal come metodo di pagamento è sempre una garanzia, e dove possibile è meglio preferirlo ad altri metodi di pagamento.

Il cambiamento però attuato recentemente da PayPal non riguarda questo aspetto, bensì ha a che fare con il proprio account. Se non è stato utilizzato per acquisti negli ultimi 12 mesi, PayPal applicherà un costo di 10 euro per poter riutilizzare l’account. L’accredito di questa spesa è automatico quindi attenzione!

Impostazioni privacy