Con il 2023 ci saranno nuovi aumenti anche nei limiti reddituali: ecco per chi

Il 2023 è iniziato con una serie di aumenti e anche con l’incremento del reddito annuale ma solo in queste condizioni: scopriamo quali 

Sono parecchie le persone che hanno risposto speranze e buoni propositi nel nuovo anno. Gli inizi però non sono stati idilliaci dal momento che sono ancora presenti accise sul carburante.

nuovi aumenti nel 2023 (foto crmag)
nuovi aumenti nel 2023 (foto crmag)

Si spera ancora nei bonus e negli incentivi provenienti dallo Stato e dall’INPS ma molti sono scaduti il 31 dicembre 2022. Tra quelli che sono stati rinnovati troviamo ancora il bonus sulla prima casa, il bonus psicologico e gli incentivi sociali.

La situazione però resta ancora precaria e la fetta più povera della popolazione lamenta ancora il fatto di non riuscire a vivere serenamente per via dell’indice ancora elevato di inflazione. La situazione però non è la stessa per tutti. Con il 2023 ci saranno nuovi aumenti che interesseranno le pensioni con il tasso del 7,3% ma ad aumentare non saranno solo le pensioni.

Il nuovo Governo ha alzato il tetto massimo reddituale e anche l’aumento degli assegni.  Scopriamo chi saranno gli interessati di questi aumenti.

Nuovi aumenti nel 2023: ecco chi saranno i beneficiari

Molte novità del 2023 interessano soprattutto la categoria degli invalidi, oltre agli aumenti infatti ci saranno anche i limiti di reddito, che saranno più alti. Se si sta facendo domanda di invalidità o revisione di invalidità è importante conoscere alcuni dettagli.

Per ogni limite si è applicata la stessa percentuale ma non per i nuovi importi. C’è l’assegno di invalidità civile per i ciechi, sia per quelli ricoverati che per i non ricoverati. Se prima il limite previsto era 17.050.42 euro, oggi è 17.920 con un importo per il 2023 di 313,91 euro per i primi e 339,48 per i secondi.

Anche i ciechi parziali sia ricoverati che non ricoverati avranno lo stesso passaggio di limite e avranno un assegno di 313,91 euro. Per l’indennità di accompagnamento per ciechi civili parziali ricoverati e non ricoverati, ci sarà un assegno di 217,64 euro ma non è previsto un limite reddituale. Per quelli in gravi condizioni, invece, il limite è più alto ed è di circa 8.615,46 euro e l’importo sarà di circa 232,99 euro. Per i sordomuti, invece, è di circa 261,11 euro.

nuovi aumenti nel 2023 (foto canva)
nuovi aumenti nel 2023 (foto canva)

Per l’invalidità totale invece la pensione sarà di circa 313,91 euro nel 2023 con il limite fissato a 17.920 euro mentre la pensione di invalidità parziale è di 313,91 euro e un limite di 5.391,88 euro. Per l’assegno sociale, invece, la somma del 2023 è di 502,28 euro con un limite reddituale di 6.542,51 euro se è personale, o 13085,02 se è coniugale.

Impostazioni privacy