Stefania Sandrelli, l’addio fa male | La decisione presa spaventa i fans

Non è certamente azzardato definire Stefania Sandrelli una delle attrici più importanti del cinema italiano. Anche lei sembra essere però arrivata a una decisione drastica, che nessuno si sarebbe mai aspettato da lei.

Più di 40 anni di carriera non si costruiscono per caso, né si riesce facilmente a entrare nel cuore di un pubblico di tutte le età. Se questo obiettivo viene raggiunto gran parte del merito è certamente del talento personale, ma anche del modo in cui si sono affrontati i successi ottenuti, cosa che non ha inciso sul suo modo di approcciarsi con gli altri.

Stefania Sandrelli (foto web)
Stefania Sandrelli (foto web)

Un quadro che sembra corrispondere appieno a Stefania Sandrelli, una che può vantare ben tre David di Donatello (uno alla carriera) e sei Nastri d’Argento, oltre al Leone d’Oro alla carriera, che le è stato insignito nel 2005.

Stefania Sandrelli e una carriera da sogno

“Avere il sacro fuoco della recitazione” è quello che si dice spesso di un’artista che ha un talento che esce in modo naturale, a volte anche senza avere studiato. E’ quello che è accaduto a Stefania Sandrelli, che ha avuto la possibilità di debuttare nel cinema a soli 15 anni nel film di Mario Sequi “Gioventù di notte”, uscito nel 1961, anno in cui recita anche in “Il Federale” di Luciano Salce e in “Divorzio all’italiana” con Marcello Mastroianni.

Nel corso degli anni ha poi avuto modo di collaborare con alcuni tra i registi italiani più importanti, tra cui Mario Monicelli, Ettore Scola, Tinto Brass, Luigi Comencini e Leonardo Bertolucci.

Alle esperienze cinematografiche è poi riuscita ad affiancare quelle in Tv, in serie di successo quali “I racconti del maresciallo” (1984) di Giovanni Soldati, “Come una mamma” (1991) di Vittorio Sindoni, “Il Maresciallo Rocca” e “Il bello delle donne”.

Ora però sembra essere venuto il momento per lei di una svolta inaspettata.

La decisione che fa rumore

Successo e affetto del pubblico non sono certamente mancati a Stefania Sandrelli, che non può che essere soddisfatta di quanto ha raccolto. Nonostante tutto, l’idea di chiudere un cerchio e porre fine a una carriera leggendaria, esattamente come accade solitamente a molti calciatori, non può che fare paura.

E lei non ha difficoltà ad ammetterlo: “Girare “Acqua e Anice” mi è piaciuto immensamente, ma la mia vita professionale sta per finire. Ho fatto più di cento film, televisione, teatro, ho diretto un’opera – ha detto in un’intervista al settimanale ‘Oggi’ -. Se mi dispiace? Ma no, ho dato tanto, ho fatto tantoMi preoccupa solo che se smetto di lavorare il mio tenore di vita cambierà”. 

Stefania Sandrelli (foto web)
Stefania Sandrelli (foto web)

Dichiarazioni che non possono che fare male e spingere a riflettere, visto che con un palmares come il suo i guadagni non sono mancati. Ma forse è solo l’idea di dire addio alla quotidianità a mancarle.

Questa, però, non è l’unica idea che sembra balenare nella sua mente. L’attrice ha infatti rivelato apertamente di essere in una fase difficile della sua relazione con Giovanni Soldati, a cui è legata da anni: “Quando si è ammalato eravamo da tempo stanchi l’uno dell’altra. Io ero distratta da altre persone, lui probabilmente pure. Ci sentivamo obbligati a vivere insieme. Gli ultimi anni con lui sono stati anni di rinunce. All’affetto. A una carezza. Forse ora è giusto dividersi. E’ giusto per me. Mi fa bene” – ha concluso.

Impostazioni privacy