Smartphone, fai attenzione a queste app! Te lo infettano in un attimo

Gli attacchi informatici sono aumentati di oltre l’8% solamente nei primi sei mesi del 2022 per un totale di 1.141 e una media di 190 al mese

Le insidie che nasconde il web le conosciamo bene. Serve stare molto attenti per non ritrovarsi i dispositivi infettati da virus e malware sempre più aggressivi e invasivi. Recentemente, peraltro, sono state scoperte delle app apparentemente innocue, che creano però danni irreversibili al vostro smartphone.

Pericolo Virus- Crmag.it
Pericolo Virus- Crmag.it

Gli attacchi informatici sono aumentati di oltre l’8% solamente nei primi sei mesi del 2022 per un totale di 1.141 e una media di 190 al mese. Lo dicono diversi studi realizzati da chi, quotidianamente, lotta contro i criminali informatici e le loro insidie.

La causa primaria è legata al malware, il fenomeno più preoccupante che riguarda il 38% dei casi totali, aumentati nel 2020 del 358% rispetto all’anno precedente e, nel 2021, del 125%. Un quadro confermato anche dall’ultima indagine di Ipsos secondo la quale un italiano su due si sente a rischio quando si espone nel mondo virtuale.

Secondo Kaspersky, azienda di sicurezza informatica e digital privacy che opera a livello globale fondata nel 1997, la percentuale di utenti colpiti da attacchi ransomware mirati rappresenta lo 0,026% di tutti gli utenti attaccati da malware nel 2022, rispetto allo 0,016% del 2021. Kaspersky ha rilevato oltre 21.400 varianti di ransomware: la scoperta più recente è “Play”, una nuova variante di ransomware altamente offuscata che rende più difficile l’analisi. Nei primi dieci mesi del 2022, la percentuale di utenti attaccati da ransomware mirati è quasi raddoppiata rispetto allo stesso periodo del 2021. Una crescita così impressionante indica che le organizzazioni di ransomware hanno continuato a perfezionare le loro tecniche, sia quelle più famose che quelle emergenti.

Le app malevole

Alcune app, quindi sono state scoperte e rimosse dagli store, sia per Android, che per iPhone. Se le avete scaricate, però, fate molta attenzione. A cominciare da TubeBox, che ha recentemente raggiunto un milione di download totali: si trattava di una App che restituiva denaro in cambio della visione di annunci pubblicitari online. Insidiosa, poi, Volume, Music Equalizer, che caricava siti senza che le persone ne fossero al corrente, con la generazione di pubblicità non richieste.

Riusciva addirittura a trasformare in un server proxy qualsiasi smartphone infettato Fast Cleaner & Cooling Master. In generale, vi consigliamo di diffidare dalle app che promettono facili guadagni in poco tempo. Anche a causa della difficile situazione economica e sociale, stanno proliferando.

Malware (Ansa) 18.12.2022 crmag
Malware (Ansa)

Recentemente la scoperta di sei, di fabbricazione russa, che infettavano gli smartphone. State, quindi, molto attenti e consultate spesso gli elenchi divulgati ciclicamente da coloro i quali impegnano la propria vita per la ricerca contro questi criminali, che vogliono i nostri dati.

Impostazioni privacy