Telegram, è ufficiale: tra poco sarà a pagamento | Doccia fredda per questi utenti

Negli ultimi anni Telegram ha iniziato a farsi strada diventando la principale rivale di WhatsApp. Ora la piattaforma è pronta per una svolta destinata a cambiare per sempre l’esperienza degli utenti.

In questi ultimi anni Telegram ha iniziato a farsi sempre più strada affermandosi come una delle applicazioni di messaggistica più scaricate al mondo e diventando la principale rivale della famosa e più anziana WhatsApp. Nonostante le due applicazioni possano apparire simili, sono diverse le feature che le distinguono.

Telegram (fonte web) 28.10.2022-crmag.it
Telegram, in arrivo la versione a pagamento (fonte web)

Oltre ai messaggi di testo e le chiamate vocali, Telegram consente di creare canali attraverso cui è possibile comunicare in diretta con gli utenti che si aggiungono. Il punto forte dell’applicazione è la segretezza delle conversazioni.

Questa caratteristica ha contribuito a rendere la piattaforma un’alternativa preferibile a WhatsApp per tante persone. In molti casi, però, si è legata anche ad utilizzi controversi da parte degli users. Uno dei più eclatanti riguarda i gruppi composti da milioni di utenti che condividono messaggi che istigano all’odio verso le donne, con tanto di materiale pedopornografico o di revenge porn.

L’introduzione degli annunci pubblicitari

Nonostante i possibili utilizzi discutibili, Telegram è un’applicazione molto popolare utilizzata per esempio da content creator e influencer che vogliono tenersi in contatto con i fan e interagire con questi ultimi tenendoli aggiornati sul loro lavoro. La piattaforma ha riscosso un grandissimo successo in tutto il mondo e ciò potrebbe spiegare il cambiamento di rotta avuto negli ultimi anni.

Inizialmente, infatti, il team di Telegram aveva spiegato di non essere intenzionato a inserire pubblicità nell’applicazione. Le loro uniche fonti di guadagno sarebbero state le donazioni. Alla fine del 2020, però, il fondatore Pavel Durov ha annunciato l’arrivo delle pubblicità sulla piattaforma.

La nuova trovata di Durov

Gli annunci pubblicitari sono destinati ad apparire solamente nei canali pubblici (e non nelle chat private o nei gruppi).  Lo scopo della novità è di puntare sulla monetizzazione di Telegram che, nel corso degli anni, ha attirato sempre più utenti. Molti dei quali hanno deciso di passare all’applicazione in seguito all’acquisto di WhatsApp da parte di Meta.

Telegram (fonte web) 28.10.2022-crmag.it (1)
(fonte web)

A questa modifica ha fatto seguito un altro annuncio di Durov: l’intenzione di lanciare una versione Premium senza pubblicità sui canali. Si tratterebbe, quindi, di una versione a pagamento di Telegram in grado di garantire un’esperienza senza annunci pubblicitari. Inoltre anche per i content creator ci sarà la possibilità di disattivare le pubblicità nei canali che utilizzano per interagire con gli altri utenti, alla quale il team sta lavorando.

Impostazioni privacy